Prevenzione Incendi - Studio Tecnico SMD - Ingegneria Acustica e Civile

servizi di acustica ambientale ed architettonica
Vai ai contenuti
Attività

PRATICHE VIGILI DEL FUOCO E PREVENZIONE INCENDI
Le attività ricadenti nell'elenco di cui all'allegato 1 del D.P.R. n. 151/2011 devono necessariamente ottemperare a vari obblighi di legge tra cui:
art. 3: presentare istanza di valutazione del progetto (qualora siano attività classificate di categoria B o C);
art. 4: deposito dell'istanza di Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A) che sostituisce il certificato di prevenzione incendi (C.P.I.);
art. 5: rinnovo periodico della conformità antincendio che ha cadenza quinennale o decennale a seconda dell'attività.

L'elenco di tutte le attività che sono soggette ai controlli di prevenzione incendi è consultabile sul sito nazionale dei Vigili del Fuoco al seguente link: clicca qui

A seconda della pericolosità le attività vengono dal D.P.R. 151/2011 e s.m.i. divise in tre categorie.

COSA FACCIAMO:
  • Gestione di pratiche e S.C.I.A antincendio, finalizzate all'ottenimento dell'ex. C.P.I., o Certificato di Prevenzione Incendi, da parte del Corpo dei Vigili del Fuoco;
  • Progetto di prevenzione incendi e asseverazione di conformità alle norme;
  • Deroga;
  • Nulla osta di fattibilità;
  • Rinnovo del certificato di prevenzione incendi;
  • Piani di emergenza e predisposizione di planimetrie di esodo dagli edifici;

CERTIFICAZIONE DI RESISISTENZA STRUTTURALE AL FUOCO
Valutiamo la resistenza al fuoco di strutture portanti e separanti così come richiesto dalla normativa vigente (D.M. 16/02/2007 e D.M. 03/08/2015). La valutazione risulta necessaria per certificare la resistenza al fuoco degli elementi e per progettare, ove necessario, i necessari adeguamenti strutturali e di protezione. Al fine di effettuare la valutazione, possiamo eseguire anche le valutazioni maggiormente complesse richieste dai calcoli analitici i quali consentono generalmente di ottenere una maggiore economicità dei progetti abbassando il costo delle opere.
La valutazione infatti può avvenire secondo tre metodi:
  • metodo “tabellare” (allegato D D.M. 16/02/2007, L.C. prot. 1968/2008, Tabelle del D.M. 03.08.2015),
  • metodo “sperimentale”, nel quale si utilizzano rapporti di classificazione e fascicoli tecnici rilasciati da laboratori autorizzati.
  • metodo “analitico”, con l’ausilio degli Eurocodici strutturali - parti fuoco (UNI EN 1992-1-2 per il c.a.; UNI EN 1993-1-2; per l’acciaio; UNI EN 1996-1-2 per le strutture in muratura; etc.).

COSA FACCIAMO:
  • sopraluoghi e rilievi delle strutture esistenti mediante sondaggi e rilievi non distruttivi con strumentazione quale pacometro e sclerometro;
  • analisi strutturali anche mediante software di calcolo specifici;
  • dimensionamento ed individuazione delle protezioni al fuoco quali lastre, intonaci e vernici intumescenti;
  • assistenza a ditte e imprese nella certificazione di prodotti e materiali mediante prove di laboratorio;
  • direzione lavori delle opere;


Utilizza il modulo che segue o contattaci telefonicamente allo 0323-571053 per maggiori informazioni:





STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA
info@studiosmd.it - P.IVA 02433140031
Tel. 0323571053
Verbania (VB) - Via San Vittore n. 154
Icona numero di telefono
Icona mail di contatto
Icona Indirizzo uffici Piemonte (VB) e Lombardia (MB)
Icona per maggiori informazini, preventivi e contatti
DOTT. ING. SILAS M. DELMATTI
STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA
Torna ai contenuti