Notizie e Articoli - Studio Tecnico SMD - Ingegneria Acustica e Civile

Vai ai contenuti

Acustica nelle pratiche di Ristrutturazione

Studio Tecnico SMD - Ingegneria Acustica e Civile
Pubblicato da Ing. Silas Delmatti in Acustica Ambientale · 12 Giugno 2019
gestire il confort acustico delle nostre case
Quando si interviene su un edificio esistente con l'obbiettivo di ristrutturarlo e riqualificarlo risulta sempre opportuno valutare la possibilità di intervenire anche sulle sue prestazioni di isolamento acustico. Infatti, anche nei casi in cui non vi siano obblighi normativi, un incremento dei requisiti acustici passivi determina certamente:

  • aumento del comfort abitativo;
  • incremento del valore commerciale dell'edificio.

Occorre però ricordare che esistono numerosi documenti in materia e che i valori minimi, definiti dal DPCM 5-12-1997, devono essere rispettati anche nel caso delle riqualificazioni e nei cambi di destinazione d'uso.

Esiste una circolare datata nel lontano settembre 1998 e redatta dall'Ing. Barducci del ministero dell'ambiente che afferma come il DPCM 05/12/1997, che è il documento di riferimento nella normativa italiana per quanto concerne l'acustica, debba essere applicato anche nel caso di ristrutturazioni.

Il documento indica anche le ristrutturazioni parziali ove si interviene anche solo singolarmente sugli impianti tecnologici, i muri, i solai, o le facciate, ad esclusione della semplice ritinteggiatura.

La normativa Lombarda (art. 7 della Legge Regionale n. 13 del 2001) a tal riguardo è ancora più chiara. Infatti, quando gli interventi modificano le caratteristiche acustiche di un immobile afferma che deve essere presentata una dichiarazione da parte del progettista che attesti il rispetto dei requisiti acustici passivi. A tal fine, risulta pertanto necessario eseguire e relazionare una serie di verifiche numeriche per la valutazione del progetto. In genere, tale "relazione" viene definita valutazione previsionale dei requisiti acustici passivi.

CASISTICHE E INDICI DA RISPETTARE
Pertanto provvedo ad indicare le verifiche che dovranno essere effettuate a seconda dei vari casi che riscontriamo generalmente nelle ristrutturazioni.

1: Rifacimento di pavimentazioni con demolizione del massetto di sottofondo sia in unità immobiliari distinte sia nella stessa unità immobiliare su più piani

Verifica e rispetto: L'n,w

2: Frazionamento in due unità immobiliari con demolizione di pavimentazioni e con rifacimento d'impianti: ad esempio la suddivisione di una villetta unifamiliare di due piani in due appartamenti, uno per piano o un appartamento grande in due piccoli

Verifica e rispetto: L'n,w, R'w, Laeq, Lsmax

3: Sostituzione di serramenti di facciata

Verifica e rispetto: D2m,nT,w

4: Rifacimento di colonne di scarico e sostituzione o installazione di impianti

Verifica e rispetto: LSmax, Laeq

Legenda degli indici:
  • R’w = Indice di valutazione del potere fonoisolante apparente di muri e solette di separazione tra due distinte unità immobiliari.
  • D2m,nT,w = Indice di valutazione dell’isolamento acustico standardizzato di facciata.
  • L’n,w = Indice di valutazione del livello di rumore di calpestio dei solai normalizzato.
  • LASmax = Livello massimo di pressione sonora per impianti a funzionamento “discontinuo”: ascensori, scarichi idraulici, bagni, servizi igienici, rubinetteria.
  • LAeq = Livello di pressione sonora continuo equivalente per impianti a funzionamento “continuo”: impianti di riscaldamento, impianti di aerazione, impianti di condizionamento.

DURANTE L'ESECUZIONE DEI LAVORI
Alcuni interventi di pratica comune che vengono effettuati durante le ristrutturazioni possono avere un effetto completamente negativo e deleterio sulle prestazioni acustiche di un immobile. Per esperienza è bene valutare attentamente le seguenti lavorazioni:
  • La rimozione della pavimentazione e dello strato inferiore di supporto e la posa di nuove piastrelle su nuovo massetto può comportare il peggioramento del livello di rumore da calpestio nell'appartamento posto al piano sottostante.

  • L'installazione di nuovi serramenti anche aventi prestazioni tecniche superiori agli esistenti deve essere curata con cura.

  • L'esecuzione di fori di aerazione in facciata o di nuovi vani finestra può determinare la perdita del rispetto dell'indice di valutazione dell’isolamento acustico standardizzato di facciata dell'edificio.

  • La sostituzione di coperture e tetti può comportare un abbassamento del comfort abitativo nei sottotetti se le stratigrafie non sono correttamente valutate.

  • L'installazione di contropareti in cartongesso o altro materiale, se non correttamente progettate, possono peggiorare la prestazione fonoisolante delle pareti su cui vengono applicate. Prima di procedere all'installazione è bene far eseguire una valutazione da un tecnico esperto.

  • La ristrutturazione degli impianti nei bagni spesso comporta un incremento dei livelli di rumore nei locali confinanti e non solo in quanto nell'installazione dei nuovi elementi (tubazioni, sanitari, ecc) non vengono prese le necessarie misure di isolamento, che tra l'altro hanno un costo irrisorio rispetto all'importo dei lavori di ristrutturazione.

Nella riqualificazione acustica poi occorre tenere presente che il suono si propaga in vari modi attraverso un edificio. Cossiché interventi anche costosi possono perdere completamente di efficacia. Si pensi ad esempio al caso in cui si interviene su una parete divisoria tra unità immobiliari senza però considerare se il solaio soprastante possa mettere in comunicazione le due unità.


       Necessiti di una consulenza o di una perizia fonometrica? Se non ci conosci clicca qui

analisi e rilievi fonometrici Ing. Silas Delmatti
Autore: Dott. Ing. Silas M. Delmatti
Email: info@studiosmd.it


Nessun commento
STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA
info@studiosmd.it - P.IVA 02433140031
Tel. 0323571053
Verbania (VB) - Via San Vittore n. 154
Icona numero di telefono
Icona mail di contatto
Icona Indirizzo uffici Piemonte (VB) e Lombardia (MB)
DOTT. ING. SILAS M. DELMATTI
STUDIO TECNICO DI INGEGNERIA
Torna ai contenuti